NEWS

Schenker nelle acque dell' Antartico

La associazione A.S.P. Antarctica Sailing Project realizzerà il Progetto sportivo e scientifico della circumnavigazione a vela del continente antartico con finalità di studio sul Global Change e di test sui materiali ed attrezzature nautiche in condizioni specifiche e test di telemedicina. L' impresa avrà inizio nel 2005 (l' imbarcazione partirà per l' impresa in occasione del prossimo Salone Nautico di Genova) e si completerà nel 2010. La Schenker Italia collaborerà con l’ Antartica Sailing Project, fornendo un dissalatore da utilizzare nel corso dell’ impresa di circumnavigazione dell’ Antartico e delle tappe di avvicinamento. La Schenker inoltre fornirà il supporto tecnico al team durante tutto il corso dell’ impresa. Il dissalatore si rende necessario per garantire all’ equipaggio l’ approvvigionamento di acqua dolce per uso sanitario e potabile, sia nel corso della circumnavigazione dell’ Antartico, sia nel lungo viaggio di avvicinamento al continente. Tale macchina risulta di concezione tecnica molto impegnativa per le seguenti ragioni: • Criticità della fornitura di acqua in considerazione della lunghezza del viaggio, dell’ elevato numero di componenti dell’ equipaggio, e della totale assenza , in molte aree, di possibilità di approvvigionamento terrestre. • Variabilità della composizione e della temperatura dell’ acqua di mare durante il viaggio. L’ acqua di mare da dissalare varierà ad esempio da condizioni tropicali (elevata salinità e temperatura intorno ai 28-30 °C) a condizioni antartiche (salinità ridotta e temperatura intorno ai 0°C.) Il dissalatore fornito sarà quindi derivato dalla produzione di serie, ma integrato con opportune modifiche tecniche , per far fronte alle inusuali ed impegnative condizioni di lavoro che saranno incontrate durante lo svolgimento dell’ impresa. Il dissalatore sarà di “nuova generazione” ovvero basato su una pompa di bassa pressione ed un amplificatore idraulico di pressione in fibra di carbonio. Questa soluzione consente di incrementare sensibilmente l’ efficienza della macchina, l’ affidabilità, e la possibilità di lavorare in condizioni ambientali molto diverse. Dopo approfonditi meeting tecnici con il responsabile del team sono state definite le ulteriori seguenti caratteristiche tecniche: • Capacità di produzione oraria di acqua dolce : 60 litri/ora Tale capacità consente di soddisfare il fabbisogno dell’ imbarcazione in circa ¾ ore di funzionamento giornaliere. • Alimentazione elettrica: Si è optato per l’ alimentazione elettrica da batterie a 12 volt. Tale soluzione, grazie anche al basso consumo elettrico della macchina (circa 240 watt) consente di poter produrre acqua dolce anche durante la navigazione a vela e in caso di fermo o di guasto del gruppo elettrogeno, incrementando quindi complessivamente l’ affidabilità dell’ imbarcazione. La macchina quindi sarà derivata dalla macchina di serie Smart 60M12 alla quale però sarà raddoppiata la superficie delle membrane ad osmosi inversa per abbassare la pressione di lavoro nelle condizioni critiche di acqua freddissima. La pompa di alimento a bassa pressione sarà inoltre modificata rispetto a quella di serie adottando componenti interni in grado di lavorare in un range di temperatura di 0-30 °C. La tabella tecnica del dissalatore è quindi la seguente: Dissalatore SMART 60S12 (modificato) 60 lit/h : Dimensioni dissalatore: L= 118 P=32 H= 24 cm. Dimensioni gruppo pompe: L= 34 P= 19 H= 35 cm. Membrane: 2 membrane SW 2540 Peso: 38 Kg a secco. Consumo: 240 Watt (20A @ 12 VDC) Alimentazione: 12 VDC Regolazione pressione: automatica Sistema di lavaggio: manuale Antartica Sailing Team fornirà alla Schenker, nel corso dell’ impresa, una serie di informazioni tecniche sul funzionamento del dissalatore, attraverso appositi questionari già predisposti da inviare per e-mail.Questo consentirà alla Schenker di monitorare il funzionamento della macchina, e di ricavare preziose informazioni tecniche da utilizzare per ulteriori miglioramenti della produzione di serie.